COORDINAMENTO UNIONE POPOLARE

Di Patrizia Ligabò

Verso la fine di Luglio a Milano le persone si sono trovate in Piazza Fontana alle ore 17:30. Sono sorti cortei spontanei e popolari in movimento in varie città. Traversali per età , ed orientamento, e provenienza .

Essi chiedono: fine dello stato di emergenza, fine del green pass uno strumento coercitivo e discriminatorio , e non certo curatvo, e ripresa della vita sociale ed ordinaria, e lavorativa. Mentre assistiamo allo smembramento della vita sociale, al dissolvimento della nostra democrazia , la gente protesta.

Ed ecco che in un momento così difficile ed infausto, avvoltoio si insidiano per approfittare dei cortei e condurli o a palchi partitici, o peggio ancora ad invitare membri di Forza Nuova, a boicottare il percorso, a prendere la testa del corteo invece di lasciarlo spontaneo e condotto da cittadini normali. In mezzo a tutto cio per non svilirne il significato e valore; a fronte di nuove iniziative per il bene comune è necessaria tale comunicazione. Si noti bene che tutti coloro che lo compongono sono membri paritari, senza prevaricazione. La libertà di scelta va difesa sempre. Oggi a me, domani a te. Specialmente con la perdita del lavoro, immedesimarsi nel prossimo sarà più semplice. La non violenza, e la costruzione di soluzioni alternative insieme all’unione restano l’unica via possibile.

COMUNICATO:
In data 16.09.2021, dalle associazioni e comitati:
▪ Cambio di Rotta
▪ Comitato Liberi Pensatori
▪ Italia che lavora
▪ ConsapevolMenti
▪ Comitato Di Sana e Robusta Costituzione
nasce il “Coordinamento di Unione Popolare”, apartitico, antiviolenza, il quale a nome del Popolo Italiano si dichiara estraneo a qualsiasi associazione, comitato e gruppo di persone che hanno avuto o hanno ancora in essere, un percorso politico di regime. A tal proposito diffidiamo gli organi di stampa nazionali e locali che recentemente ci hanno associato a partiti e movimenti politici come Forza Nuova e Italexit.

Essendo un Coordinamento Popolare e Democratico non possiamo proibire a nessun cittadino del mondo di partecipare, ma ci assicureremo che non ci sia presenza di bandiere, divise, simboli e manifesti partitici.
Il coordinamento è aperto a tutti i Comitati e Associazioni che si vogliono unire, al fine di renderlo nazionale, senza capi, solo anime unite.

A tal proposito, riteniamo che “La Genesi”, in qualità di associazione, non possa guidare il corteo, dal momento che la sua fondatrice è candidata alle elezioni amministrative di Milano.

Ormai è chiaro, non è rimasto molto tempo, abbiamo il dovere di riunire il Popolo e lo faremo grandiosamente tutti insieme per il futuro di tutti.

Milano, 16.09.2021

Contatti: coordinamentounionepopolare@gmail.com